div id='fb-root'/> expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

sabato 24 settembre 2016

Stagione 2 Episodio 24



- Che cazzo...? - sbottai incredulo, quando Francis mi disse che si poteva fare tutto non avevo immaginato si potesse fare anche quel tipo di cose.
Jolene e Francis si avvicinarono a me e a Tiffany - Che cosa sta facendo? - chiese Jolene.
- Sembra un portale o una cosa del genere... non lo so. - un fulmine verde fuoriuscì dal cerchio luminoso e colpì una delle luci sul soffitto creando scintille incandescenti - So solo che dobbiamo fermarlo! -
Emris trascinò Thessa al bordo del cerchio - Voi deboli ragazzini non potete capire, Thessa è troppo importante. E io non ho altra scelta! - alzò il pugnale e pronunciò altre parole nella lingua antica. Alcune luci bianche apparvero dal portale e volarono verso i corpi dei ragazzi morti, una volta raggiunti entrarono attraverso la bocca dei cadaveri.
Un'istante dopo i corpi si alzarono di scatto e rimasero seduti a fissarci. La scena era così inquietante da farmi venire i brividi lungo la schiena. Tutti noi restammo in guardia aspettando un attacco di massa ma non successe nulla.
- Anche gli zombie veri adesso... - strillò Jolene. Francis la guardò male.
- Ma perché non ci attaccano? - chiese Tiffany
Guardai i corpi animati immobili a fissarci e Emris intento a finire il rito - Credo, perché è lui che li comanda! - risposi indicando l'uomo.
Tiffany sbuffò - Quindi per liberarci di loro basta mettere k.o. lui! -
- Si beh, più semplice da dire che da fa... - ma non mi lasciò finire che lei scattò in avanti e fece un salto abbastanza lungo da arrivare dall'altra parte del cerchio dietro a Emris e Thessa.
“Merda!” imprecai tra me e me.
“Sai che lo sta facendo sopo per provare qualcosa a se stessa? Quello è un gioco pericoloso Erik, non possiamo lasciarla sola.” mi fece Evaline nella mia testa, dal tono che aveva capii che era molto preoccupata.
“Sì, lo so!” le risposi con altrettanta preoccupazione.
Mi concentrai per raggiungerla ma dal nulla uno degli zombie mi afferrò e mi spinse con forza a terra, non mi ero accorto della sua presenza cogliendomi di sorpresa.
Rotolai a terra e mi rialzai sfruttando la forza cinetica della caduta stessa. Saltellai un paio di volte per alleviare la tensione dalle gambe e tornai in posizione di guardia. Osservai Francis che cercava invano di uccidere il suo avversario colpendolo in punti vitali. Jolene invece stava usando l'arco come un bastone da combattimento ma nonostante i colpi l'avversario non cadeva.
Lo zombie davanti a me, che riconobbi dal cranio quasi del tutto frantumato sulla zona della fronte, scattò per afferrarmi di nuovo ma io con una stoccata veloce e decisa lo trafissi all'addome. Subito dopo la luce bianca uscì dal corpo e tornò nel portale e il corpo ricadde a terra come un sacco di patate.
“Ho capito, è morto grazie all'abilità della Strega Legionaria!” ragionai vedendo il corpo di nuovo immobile.
Guardai verso Tiffany, era accerchiata da tre creature rianimate che non le davano tregua. Emris era girato di spalle a guardare il combattimento di Tiffany, il suo comportamento sembrava quello di una persona agitata. Thessa intanto era stretta nella morsa dell'uomo che la teneva per un polso, lei continuava a dimenarsi e a tirargli calci.
Mi concentrai di nuovo e mi teletrasportai accanto a Tiffany che nel frattempo stava tirando un calcio a quella che prima era Amber.
Appena mi vide con la coda dell'occhio sorrise - Sei in ritardo! - mi rimproverò.
- Scusa, avevo da fare! - le risposi e menai un fendente che decapitò Amber e quello che pochi minuti prima era il DJ. Due luci bianche uscirono dalle bocche delle due teste e tornarono all'interno del cerchio.
Tiffany diede un calcio rovesciato alla ragazza che Amber aveva ucciso dopo il DJ per allontanarla, io scattai in avanti e la trafissi al petto. Un'altra luce uscì dalla bocca della ragazza.
Estraendo la spada dal corpo mi girai di centoottanta gradi e vidi Emris in procinto di gettarsi nel portale assieme a Thessa. Tiffany era accorsa subito per raggiungere entrambi e fermare l'uomo che era ormai inclinato sopra il cerchio luminoso. All'ultimo istante lei riuscì ad afferrare Thessa e a scaraventarla indietro ma Emris agguantò Tiffany per il braccio facendole perdere l'equilibrio trascinandola con lui. Per un istante interminabile vidi lo sguardo terrorizzato di Tiffany mentre spariva all'interno della voragine assieme a Emris.
- Tiffany! - urlai con tutto il fiato che avevo in corpo.
Corsi immediatamente nella direzione del portale, ma si chiudeva troppo in fretta. Non arrivai in tempo si era chiuso lasciando solo dei segni rossi sul pavimento.
Mi inginocchiai a terra e cominciai a menare fendenti al pavimento - Tiffany! Tiffany! Tiffany! Tiffany! Tiffany! - sbraitai. Ma non successe nulla. Urlai più forte che potevo, ero furioso, una furia incontenibile che non credevo di possedere. Non riuscivo a pensare a nulla, in un attimo la donna che amavo era sparita sotto ai miei occhi e non ero riuscito a fare niente. Le mie guance si bagnarono, erano lacrime di pura rabbia.
Urlai ancora ricominciando a colpire il pavimento ancora più forte di prima, travi e schegge di parquet mi volarono intorno. Ero disperato, il cuore mi faceva male.
In lontananza sentii una voce femminile, istintivamente mi girai sperando fosse la mia Tiffany ma mi sbagliai. Era solo Jolene che mi urlava di stare attento agli zombie dei due ragazzi uccisi da Amber che stavano correndo nella mia direzione.
La rabbia era incontenibile. Non dissi nulla, urlai solamente e con due fendenti decapitai entrambi. Quell'atto mi sembrò così semplice da stupirmi.
La testa cominciò a girarmi, mi accasciai a terra e persi i sensi. L'ultima cosa che ricordo erano le facce di Francis, Jolene e Thessa che mi guardavano sbigottite.


Per chi volesse contribuire in questo modo al blog:
Grazie in anticipo a chiunque voglia farlo ma, soprattutto, non sentitevi assolutamente in obbligo.



Nessun commento:

Posta un commento